1 ora fa:Il settore “giostre-spettacolo viaggiante” è in crisi. «I sindaci consentano di allestire le attrazioni»
3 ore fa:A Vaccarizzo due progetti di Servizio Civile Nazionale per 8 i volontari
2 ore fa:Amendolara, screening gratuito a studenti e docenti per un ritorno in classe in sicurezza
16 ore fa:Il Palazzo Taverna di Co-Ro «sia valorizzato nel rispetto della storia di Schiavonea»
16 ore fa:Ecomafie, D'Ippolito (M5S): «Combattere le organizzazioni criminali con norme precise, severe e moderne»
17 ore fa:Rende, due furti in 48ore in due supermercati: individuati i responsabili
2 ore fa:Alta velocità, necessario migliorare il percorso Taranto-Crotone e Metaponto-Battipaglia
1 ora fa:Occhiuto batte i pugni sul tavolo del governo: «Ora i soldi per la Statale 106»
15 ore fa:Sei un aspirante imprenditore e hai meno di 30 anni? L'Unical ha un percorso per te
29 minuti fa:In Calabria nasce un modello virtuoso per la gestione della biomassa

Anche a Crosia piantato l'Albero del Ricordo in memoria delle vittime del Covid-19

1 minuti di lettura

CROSIA – Anche a Crosia è stato piantato l'Albero del Ricordo per ricordare le vittime del Covid-19. Un ulivo, simbolo della Valle del Trionto e della Calabria, emblema di pace e speranza, è stato messo a dimora negli spazi antistanti la palestra comunale, nel centro urbano di Mirto, dai volontari dell'Associazione di promozione sociale Cultura Crea, insieme agli studenti dell'Istituto comprensivo, del Tecnico-economico e del Liceo scientifico. Insieme all'albero anche un totem monumentale per non dimenticare mai questi lunghi mesi di pandemia.

Alla cerimonia, svoltasi stamani negli spazi della struttura comunale, nei pressi dell'Istituto comprensivo di Via della Scienza, erano presenti il sindaco Antonio Russo e l'assessore alla pubblica istruzione, Gemma Cavallo, che insieme ai rappresentanti dell'APS Cultura Crea, agli studenti, ai docenti e alla dirigente dell'Istituto comprensivo Crosia-Mirto, Rachele Donnici, e i referenti dell'Ite/Liceo Scientifico Caterina Urso e Gianfranco Manna (referenti degli istuti superiori), hanno seguito il rito della piantumazione dell'Albero del Ricordo.

All'evento hanno presenziato anche il parroco della chiesa Sacro Cuore don Umberto Pirillo, i carabinieri della stazione di Mirto e gli agenti della Polizia municipale

«Stamattina a Crosia Mirto – dice l'assessore Cavallo – insieme ai nostri bambini abbiamo scritto una bellissima pagina di storia, mettendo un tassello in quel grande puzzle della memoria che a partire da oggi e per le generazioni future rappresenterà un luogo, un momento, un pezzo di vita per non dimenticare questi mesi di Pandemia e tutto quanto essa ha rappresentato per le nostre vite. Ringraziamo l'Istituto comprensivo, sempre attento e sensibile ad iniziative di questo genere, e l'associazione Cultura Crea per questo bellissimo momento, di condivisione delle radici della memoria, che condividiamo con altri comuni italiani.

«Anche Crosia – ricorda il sindaco Antonio Russo – avrà il suo Albero del Ricordo. Un ulivo in memoria di tutte le vittime del Covid-19 ma anche a testimonianza della resilienza della nostra comunità che ha saputo affrontare i momenti più drammatici della Pandemia rimanendo unità e mostrando tutto il suo lato sociale e solidale».

«È un momento questo – aggiunge il primo cittadino – per ritornare a ringraziare i tantissimi volontari, a partire dalla Croce Rossa, che in questi mesi sono stati vicini alle Istituzioni e alla popolazione affinché tutti potessero ricevere conforto e assistenza. Questo albero rappresenterà un monito per i tempi a venire affinché questo evento drammatico che ha colpito l'intero pianeta, sconvolgendo abitudini ed esistenze, possa insegnare a tutti che la vita è un bene prezioso da difendere». 

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.