5 ore fa:Cosenza, al Museo dei Brettii viaggio multisensoriale per i non vedenti
7 ore fa:Riscaldamento scuole a Co-Ro, Viteritti: «I ritardi, causati da reti vetuste, saranno risolti nelle prossime ore»
4 ore fa:“Magie e Fantasie natalizie” a Villapiana, domani presentazione del cartellone con tutti gli eventi
6 ore fa:“S3 Kinder I.C. Erotodo”: parte il progetto tra l’Istituto e la Corigliano Volley
7 ore fa:Movimento del Territorio sul randagismo: «Bimbo aggredito ad Apollinara, pericolo dietro l’angolo»
7 ore fa:Mauro Dolce è il settimo assessore regionale, Occhiuto: «Sarà raccordo tra Regione e Ministeri»
6 ore fa:Riparte il Rural Food Festival, momento esperienziale per adulti e bambini
7 ore fa:Abate (Gruppo Misto) sul Porto di Co-Ro: «Soddisfatta per l'esito della riunione»
6 ore fa:Federazione regionale Claai: «Soddisfazione per la nomina di Francesco Beraldi alla presidenza dell'Edilcassa»
6 ore fa:A Policoro i Campionati Italiani di Calcio Balilla Paralimpico

Cassano, la Cassazione si è espressa: «Papasso è candidabile. Inammissibile il ricorso»

2 minuti di lettura

CASSANO ALLO JONIO - La suprema Corte di Cassazione, riunitasi sotto la Presidenza di Francesco A. Genovese, con propria Ordinanza ha scritto la parola fine alla vicenda giudiziaria protrattasi per circa quattro anni, riguardante la misura interdittiva elettorale della incompatibilità con la carica di sindaco di Gianni Papasso, oggetto del ricorso dell’Avvocatura dello Stato.                      

La Corte, dopo avere vagliato le motivazioni a supporto del ricorso dell’Avvocatura dello Stato, ha dichiarato “inammissibile” lo stesso, con la condanna del ricorrente al rimborso delle spese processuali del giudizio di legittimità, da liquidare in favore del controricorrente Gianni Papasso, attuale sindaco della Città di Cassano All’Ionio.

In una dichiarazione a caldo, appena venuto a conoscenza della decisione della Suprema Corte di Cassazione, il sindaco di cassano All’Ionio, Gianni Papasso, così si è espresso:

«Prendo atto con grande soddisfazione dell’Ordinanza della Corte, con la quale è stato dichiarato inammissibile il ricorso presentato avverso alla sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro che aveva dichiarato la mia candidabilità. Dopo il Tribunale di Castrovillari e la Corte di Appello di Catanzaro, ora anche la Corte di Cassazione ha certificato che non sono stato responsabile dello scioglimento del Consiglio Comunale di Cassano All’Ionio, che continuo a ritenere un atto di gravissima ingiustizia per Cassano e i suoi cittadini».

«La Suprema Corte – ha aggiunto il Primo Cittadino -  ha dichiarato definitivamente la mia candidabilità a Sindaco e a tutte le elezioni. I tre gradi di giudizio, hanno confermato che non ho mai avuto a che fare con la mafia e con ambienti malavitosi e che la mia condotta di sindaco è stata seria, onesta e trasparente, nonché sempre improntata al soddisfacimento degli interessi generali e contro ogni particolarismo. L’Ordinanza della Corte, mette fine a un lungo doloroso periodo che mi ha provocato tante amarezze. Nello stesso tempo, nel mese di novembre dello scorso anno, il popolo di Cassano, ha saputo controbilanciare la situazione riconfermandomi stima e affetto, eleggendomi per la terza volta consecutiva, in una competizione difficile e particolare che mi ha visto solo contro tutti, a Sindaco di Cassano».

«Quella stima, fiducia e affetto, - ha affermato - che io non tradirò mai. Continuerò a lavorare a servizio di Cassano con maggiore serenità e rinnovato entusiasmo. Ringrazio quanti mi sono stati vicino in maniera leale e disinteressata. Sento, inoltre, il dovere di rivolgere un caloroso e affettuoso ringraziamento all’eccellente Avvocato Vittorio Cavalcanti che con la sua altissima professionalità mi ha difeso anche presso la Suprema Corte di Cassazione con straordinaria ed eccelsa competenza. Un abbraccio affettuoso, quindi, anche a tutto lo Studio Legale Cavalcanti, perché oltre all’assistenza legale, mi ha sempre espresso affetto, sostegno e solidale vicinanza».

«Un ringraziamento particolare, infine, voglio destinarlo ai miei figli, che nella triste vicenda finalmente conclusasi hanno sofferto insieme a me, confortandomi con il loro caloroso e incondizionato affetto, in ogni momento. Oggi, gioisco con loro» ha concluso. 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.