2 ore fa:Al Polo Liceale di Rossano una giornata all'insegna della creatività
3 ore fa:Apre nel centro storico di Rossano la prima fiera per gli amanti del vinile
1 ora fa:Altomonte, collezionisti italiana a pranzo nell'oasi di pace e relax Barbieri
2 ore fa:A Montegiordano una strada in ricordo dell'ingegnere Pietro Tarsia
1 ora fa:Parte il primo appuntamento del cartellone eventi “Spring Volleyball School” a Co-Ro
5 ore fa:Il sogno di pace e le tradizioni del popolo ucraino al museo MuMam di Cariati
2 ore fa:Il Bilancio di Previsione arriva in Consiglio comunale, giovedì la seduta
3 ore fa:Oggi al Giannettasio un gruppo di ingegneri statunitensi apprenderà le tecniche del Day Express
10 minuti fa:Superbonus, Tavernise (M5S): «Antoniozzi continua a non occuparsi della Calabria»
40 minuti fa:L'Istituto Majorana a lezione di legalità con la Guardia di Finanza

La Sibari-Co-Ro costerà 975milioni di euro: «E i soldi già ci sono»

2 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – La Sibari-Corigliano-Rossano, la nuova strada a 4 corsie che dovrebbe inserire la terza città della Calabria direttamente nei canali di comunicazione viaria europei, costerà un miliardo di euro, 975milioni per l’esattezza. «E i soldi sono già stati tutti individuati per consentire all’opera di essere realizzata tutta e subito». A confermarlo è la consigliera regionale Pasqualina Straface sottolineando l’impegno della Regione Calabria, in primis del Presidente Roberto Occhiuto, e quindi del Governo centrale, affinché i due tratti della statale jonica compresi tra Sibari e Catanzaro (la Sibari-Co-Ro e la Kr-Cz) nell’aver garantito le necessarie risorse per la realizzazione di queste due arterie fondamentali.

«L'intera opera – sottolinea la consigliera regionale Straface, riferendosi ai due nuovi progetti di ammodernamento – sarà suddivisa in 8 lotti e avrà un costo totale di 3,5 miliardi di euro di cui 3 miliardi stanziati con la Legge di Bilancio 2023 e altri e gli altri 500 milioni che saranno recuperati dai Fondi sviluppo e coesione 2014/2020 e 2021/2027 e un'altra minima parte dai residuali di Cassa Depositi e Prestiti 2016/2020».

Dunque, al momento, non ci sarebbe alcun problema di risorse ancor più se a confermarlo nelle settimane scorse è stato un vertice tenutosi in Regione Calabria proprio tra il Governatore Roberto Occhiuto, le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil e il management di Anas Spa, durante il quale è stato illustrato non solo il cronoprogramma ma anche il piano di investimento. Lo stesso piano di investimento che - come ricordato dallo stesso Governatore - con la definizione della Gara d'Appalto integrata non sarà spalmato in 15 anni bensì in 5.

Pasqualina Straface

Insomma, non ci sarà uno spezzatino o – ancor peggio – tratti di ammodernamento realizzati nel nulla ma tutti gli 8 lotti saranno realizzati simultaneamente. A proposito, gli otto lotti che cita la Straface e che sono riportati nel nuovo Contratto di Programma per le infrastrutture stradali, sono i due compresi tra la fine del tratto ammodernato di Doria e il torrente Coserie e i restanti sei, invece, compresi tra Crotone e Catanzaro.

Rispetto al tratto Sibari-Co-Ro la consigliera regionale Straface è entrata nel dettaglio ricordando che i 32km di strada (indicati sotto la sigla CZ388) saranno suddivisi in due lotti: CZ399 tra il torrente Coserie e lo svincolo di Corigliano ovest lungo 17 km e CZ400 tra lo svincolo di Corigliano ovest e il raccordo con la SS534 in località Doria lungo circa 15km. «Quest'opera costerà in totale 975milioni di euro e i soldi – sottolinea Straface, sopendo alcune preoccupazioni - ci sono già». 824 milioni arriveranno dall'ultimo stanziamento dello Stato inserito nella finanziaria 2023 e i restanti 151 milioni sono stati individuati e già stanziati nel Fondo di sviluppo e coesione.

La loro realizzazione avverrà attraverso la Gara d’Appalto integrata (che dovrebbe aprirsi a fine primavera 2024 subito dopo la conclusione della procedura VIA) che bandirà simultaneamente entrambe i lotti per l’inizio dei lavori da sud e da nord già ad inizio del 2025. Si spera!

Marco Lefosse
Autore: Marco Lefosse

Classe 1982, è schietto, Idealista e padre innamorato. Giornalista pubblicista dal 2011. Appena diciottenne scrive alcuni contributi sulla giovane destra calabrese per Linea e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizia a muovere i passi nei quotidiani regionali. Collabora con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 accoglie con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia, Genevieve Makaping, ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 scrive per Calabria Ora. Nell’aprile 2018 entra a far parte della redazione di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese. Dall’1 giugno del 2020, accoglie con piacere ed entusiasmo l’invito dell’editore di guidare l’Eco Dello Jonio, prestigioso canale di informazione della Sibaritide, con una sfida: rigenerare con nuova linfa ed entusiasmo un prodotto editoriale già di per sé alto e importante, continuando a raccontare il territorio senza filtri e sempre dalla parte della gente.