17 ore fa:La Vignetta dell'Eco
16 ore fa:Costa porta la Calabria direttamente a Dubai… in aereo
18 ore fa:Tripudio per il musical "Romeo e Giulietta" a Trebisacce: sold out
23 ore fa:A Castrovillari torna l’esperienza del Vintage Market per ridare nuova vita agli oggetti
22 ore fa:Il Comitato Pescatori Calabria: «Tutelare la storia e l’identità della marineria»
19 ore fa:Rapani incontra i vertici dell'Arma come gesto di solidarietà
16 ore fa:Il Centro Destra, la lezione Sarda e il voto di Primavera a Corigliano-Rossano
15 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
20 ore fa:Nuova Statale 106, la storia di un finanziamento da 3 miliardi… e mezzo
20 ore fa:A Cassano al via servizi di controllo della velocità con apparecchiatura Scout Speed

Sulla linea jonica da oggi è operativo il terzo treno “Blues”

1 minuti di lettura

REGGIO CALABRIA - Da oggi viaggia sui binari della Calabria il terzo Blues, treno ibrido del Regionale di Trenitalia (società capofila del Gruppo FS) a tripla alimentazione, elettrica, a batterie e diesel. Anche il terzo treno Blues circolerà sulla linea ionica, da Reggio Calabria a Sibari, ed è partito stamani, alle 7.08, dalla stazione di Reggio Calabria.

Continua, così, la rivoluzione del Regionale di Trenitalia in Calabria, che, dopo quello odierno e quelli entrati in servizio a marzo e a luglio, prevede anche un quarto treno Blues, in arrivo entro la fine dell’anno.

Gli investimenti per la Calabria

L’arrivo dei nuovi treni Blues rientra nell’ampio piano di investimenti complessivi previsti dal Contratto di Servizio con la Regione Calabria, finalizzato a migliorare l’offerta di servizi a favore di pendolari e viaggiatori, pari a oltre 300 milioni di euro, di cui 210 milioni per il rinnovo della flotta (circa 140 milioni a carico della Regione Calabria). Parte integrante del piano di investimenti la consegna di 27 nuovi treni: 14 Pop a 4 casse (di cui 7 già consegnati) e 13 Blues a 4 casse; un rinnovamento della flotta che porterà l’età media dei treni calabresi dai 29 anni del 2018 ai 9 nel 2026.

Il nuovo treno Blues

Il nuovo Blues del Regionale, progettato e costruito da Hitachi Rail, rappresenta un salto generazionale, perché può viaggiare con motori diesel su linee non elettrificate, con motore elettrico su quelle elettrificate e con batterie per percorrere il primo e l’ultimo miglio sulle linee non elettrificate o durante la sosta nelle stazioni, così da evitare l’uso di carburanti, azzerando emissioni e rumori. La tecnologia ibrida consente di ridurre del 50% il consumo di carburante, oltre a una forte diminuzione delle emissioni di CO2 rispetto agli attuali convogli diesel. Una tecnologia di nuova generazione che si traduce in massima flessibilità nell’utilizzo del treno e nel più efficace impiego dei convogli sulle linee.

Il primo treno ibrido di Trenitalia è stato progettato e costruito attorno alle esigenze dei passeggeri, con un’impronta sostenibile che si evince dalle sue molteplici caratteristiche: dalla scelta dei materiali a elevato livello di riciclabilità (95%) alla riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di CO2 rispetto agli attuali convogli diesel, fino alla disponibilità di un massimo di otto postazioni bici. A disposizione dei viaggiatori 219 posti a sedere sul Blues nella configurazione a 3 casse e 300 su quello a 4 casse. Il treno è, inoltre, dotato di un innovativo sistema di climatizzazione, con ottimizzazione dei consumi in base all’effettivo numero di passeggeri trasportati.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.