8 ore fa:Progetto Sibari, a Papasso il premio internazionale del Mediterraneo
2 ore fa:Tagliaferro e Amarelli insieme per un panettone in edizione limitata con i sapori della Sibaritide
9 ore fa:Vaccarizzo Albanese: scopriamone i riferimenti geografici, le origini e la demografia
1 ora fa:Colletta alimentare, il grande cuore di Castrovillari: raccolte oltre 5 tonnellate di alimenti
3 ore fa:In ricordo di Armando Gammetta, il prof che amava la conoscenza, la cultura, il dialogo, la riflessione e l’ascolto
4 ore fa:La donna vittima e carnefice, custode e combattente della 'ndrangheta. Longobucco si apre alla cultura della consapevolezza - VIDEO
9 ore fa:VOLLEY MASCHILE - Pallavolo Rossano padroneggia il campo: una vittoria senza discussione!
10 ore fa:Nell'Arbëria iniziano le celebrazioni per festeggiare l'indipendenza dell'Albania
1 ora fa:L’Onda bianca all'istituto Wojtyla di Castrovillari contro la violenza verso le donne
48 minuti fa:Comunicazione da tifoserie

VOLLEY MASCHILE - Il cuore e l’orgoglio dei leoni bizantini batte il San Giovanni in Fiore

2 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Una gara bellissima, vibrante, equilibrata, emozionante, quella disputata ieri al Palazzetto dello Sport di Viale Sant’Angelo nell’area urbana di Rossano fra la Perla di Calabria Pallavolo Rossano Asd e la Boschiva Volley di San Giovanni in Fiore durante il Campionato Serie C Maschile - Quarta Giornata Girone D’andata. 

Alla fine ha vinto il cuore e l’orgoglio dei leoni bizantini che hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo vincendo un match fondamentale contro i coriacei silani. Era davvero importante ritornare a vincere, ed i leoni bizantini lo hanno fatto contro la capolista. Jhon Serpa dispone i suoi con Giuseppe Caracciolo alzatore, Luigi Zangaro opposto, Mariopio Ruffo e Francesco De Simone centrali, Antonio Godino e Simone Lioi di banda, Andrea Graziano libero.

Salvatore Cocchiero risponde con Luigi Barile palleggiatore, Mattia Marasco opposto, Francesco Lacava e Mattia Tiano centrali, Piergiorgio Fragale e Luigi Lopetrone laterali, Adriano Candalise libero. Grande equilibrio nel primo set, dal quale si intuisce che sarà una gara lunga ed estenuante. Parte meglio Rossano, che si porta avanti sul 12-8, ma riesce a rimontare la squadra silana trovando la parità. Avanti ancora i ragazzi di Jhon Serpa per 23-21, ma ancora una volta gli ospiti impattano sul 23 pari. Ma la zampata finale è rossanese: finisce per 26-24.

Parte di gran carriera il San Giovanni in Fiore nel secondo set e si va subito sul 6-0. Difficile la rimonta bizantina: i silani aumentano progressivamente il loro vantaggio andando sul 18-4. Riduce le distanze Rossano di qualche punto, ma stavolta il team di Salvatore Cocchiero è più determinato e vince per 25-11. Un set tutto da dimenticare per i rossanesi, che non sono praticamente scesi in campo.

Nel finale il coach Serpa fa entrare Emanuele Vulcano, Aurelio Campise ed Antonio Buracci, ma l’inerzia del set era ormai segnata. Gli jonici entrano in campo nel terzo set decisi a lottare su ogni pallone e si gioca davvero all’insegna dell’equilibrio. Partono meglio gli ospiti che vanno sull’11-7, ma gli jonici riprendono un paio di punti. Sul 14-10 per gli ospiti, il servizio di Simone Lioi è letale: un paio di aces ed altre battute insidiose consentono ai locali di raggiungere la parità. Ma gli ospiti si avvantaggiano ancora di qualche punto. 

Sì va avanti così sino al 21-18 per i silani, ma i bizantini conquistano la parità a 22. Si va avanti punto a punto sino al 26 pari, ma alla fine è Rossano a vincere per 28-26. Parte benissimo la Pallavolo Rossano nella quarta frazione andando subito sul 9-5, ma il team Silano  non sì dà per vinto e riduce le distanze sino al 14-13. Rossano prende un break di vantaggio sul 21-19, ma ancora una volta pareggiano gli ospiti e l’equilibrio diventa davvero estenuante.

Sul 28 pari i leoni bizantini conquistano i due punti decisivi e trionfano per 30-28, fra gli applausi di un numeroso ed appassionato pubblico. Una bellissima vittoria, contro una squadra molto ben attrezzata, che lascia sperare molto bene per il futuro. 

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell’informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia