17 ore fa:Senza retorica, l'insegnamento di Aldo Moro è più vivo che mai
18 ore fa:La Vignetta dell'Eco
58 minuti fa:Bernini e quei sette capolavori artistici che “lasciò” in eredità a Morano Calabro
3 ore fa:Tribunale a Co-Ro: c'è poco tempo ma «finalmente» la certezza di una classe politica compatta
19 ore fa:Sport, in Calabria previsti 20 grandi eventi. Obiettivo: aumentare i flussi turistici in bassa stagione
2 ore fa:Covid e le «strategie idonee» in supporto dei più fragili: la Regione incontra i medici
19 ore fa:Amministrative 22, nel Pollino aperte le sfide a Mormanno, Saracena e Lungro - LE LISTE
18 ore fa:Campana, le fiamme divorano un’auto nella centralissima via Sila
1 ora fa:I Compagna da Longobucco, la famiglia che "dominò" su Corigliano. Ma fu davvero così?
17 ore fa:Trebisacce 22, "Il Big Ben ha detto stop": ecco chi c'è ma soprattutto chi mancherà nella bagarre elettorale

VOLLEY - Amaro in bocca per il team Rossano: Sconfitto da Reggio, avrebbe potuto vincere

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - La Pallavolo Rossano ASD conquista un punto fondamentale per la permanenza nel Campionato di Serie D Femminile. Il tie-break (l'ultimo punto) pur se con risultato avverso, infatti, consente al team rossanese di muovere la classifica contro una compagine decisamente ostica.

Purtroppo parte decisamente male nei primi due set la squadra di Luigi Zangaro in questa settima giornata del Campionato di Serie D nella palestra comunale “Giulio Campagna” di Via Italo Alaimo a Reggio Calabria. 

Infatti le atlete reggine si portano a condurre senza colpo ferire per 2-0. Non poche però le attenuanti: la lunga trasferta giocata in un orario impossibile (le 16.00), cosa che ha costretto le ragazze rossanesi a partire a metà mattina, stravolgendo pasti e bioritmi. 

Dal terzo set in poi la musica sarà completamente diversa. Ma procediamo con ordine. Il primo set parte con molti errori delle giovanissime rossanesi cosicché ben presto la maggiore esperienza delle avversarie ha la meglio contro le bizantine. Il vantaggio delle reggine aumenta progressivamente.

La seconda frazione inizia all’insegna dell’equilibrio, con le ospiti che reggono bene il campo, dopo essere state anche in vantaggio di tre punti. Poi un improvviso quanto inaspettato blackout totale, con le locali che approfittano del momento di difficoltà gialloblù e spingono sull’acceleratore conquistando il set.

Nel terzo parziale il team di Zangaro parte alla grande, sorprendendo le avversarie con un gioco finalmente efficace. Le ospiti continuano a martellare spietatamente ma il finale è tutto rossanese.

Anche nel quarto set il Rossano inizia alla grande imponendo il proprio gioco: chiudendosi con una vittoria tutta bizantina. Le sorti della gara saranno dunque decise al tie-break. Equilibrato nella prima parte il quinto set, con entrambe le contendenti che cercano di conquistare la vittoria ed i relativi due punti, e ne viene fuori una frazione molto bella e spettacolare. 

Nel finale però la Sozzi, grazie alle atlete di serie superiore messe in campo, chiude a  proprio favore la partita.

Una sconfitta prevista contro una squadra coriacea, ma rimane un po’ di amaro in bocca per i primi due set praticamente regalati alle avversarie in una gara che, con un inizio migliore, avrebbe potuto prendere ben altra piega.

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie delle informazioni. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia